Regolamento – PNG

Indice:
– Regolamento PNG
– Axetarg
– Axetarg in Rionhet
– Mumya
– Mumya in Rionhet
– Thyria
– Thyria in Rionhet
– Oshuu
– Oshuu in Rionhet

– Regolamento PNG –

In giocata non è così scontato che si voglia far reagire/agire un PNG (di qualunque tipo) in qualche modo: un servitore che ti porta da bere, un commesso che ti fa vedere della merce, un marito che legge il giornale mentre tu ti sollazzi con la moglie. Insomma, Personaggi Non Giocanti (PNG).


L’utilizzo di questi è regolamentato da due semplici REGOLE D’ORO:
1 – Se non ti dà vantaggio in ALCUN modo, puoi usare i PNG (variabili o Fissi) come vuoi
2 – Non si possono usare più di 4 PNG insieme (sì alla partita a carte in taverna, no alle feste in piazza)


Che cosa sono i PNG Variabili e PNG Fissi?
I PNG variabili sono tutti quei PNG che compaiono di ambientazione, una tantum, o che comunque non sono collegati direttamente al nostro pg: oste in locanda, cocchiere, commesso in bottega, etc
I PNG fissi sono tutti quei PNG che sono LEGATI in qualche modo al nostro PG e, quindi, compaiono regolarmente nelle sue giocate, in qualche modo: scudiero del PG cavaliere, commesso del Mercante, Mercenario reclutato, etc.
Per questi ultimi (PNG Fissi) i Player DEVONO inviare alla Gestione una minima scheda del png (carattere e motivo per cui lo segue) così che lo si possa muovere in caso sia necessario (quest o ambient) senza snaturarlo, ma facendolo reagire in maniera coerente. Se ne può avere solo 1 per PG.

N.B. I PNG (variabili o fissi) sono SEMPRE persone con sogni, speranze, ambizioni, paure etc etc, quindi non sono bamboline che voi potete muovere contro loro coerenza. Se l’oste della locanda ha come carattere rissoso e iracondo, non potete muoverlo bonaccione e tranquillo perché avete paura dei suoi cazzotti. Se lo scudiero del vostro PG non ama che si feriscano le donne, e voi lo fate, non potete aspettarvi fiducia cieca.

Alcuni PNG variabili potranno essere protagonisti di taglie, aste o dicerie particolari, dando l’opportunità all’utenza di interagire con questi eventi unici, secondo la predisposizione del proprio PG. Le giocate inerenti investigazioni, inseguimenti, raccolta di informazioni e via dicendo (tutto ciò che esula dal normale simming tra due o più PG, ma che non sia combattimento diretto), vanno segnalate al corpo Staff tramite VIDIME, che verranno controllate per essere o meno approvate. Questa tipologia di giocate non va MAI svolta in solitaria, ma sempre in presenza di uno o più PG giocanti. Non è escluso che un evento di questo tipo, visto l’impegno profuso dai suoi partecipanti, possa infine trasformarsi in una quest.

– PNG di Ambientazione –

– Axetarg –

  • Taverniere dello Skål: Dag Birger – Razza Gandrak stambecco. L’uomo dimostra sui quarant’anni, con una barbetta lunga brizzolata ed una chioma di capelli biondiccio/grigiastro mosso e corto fino alle spalle. Ha due corna tipiche dello stambecco e le zampe inferiori come quelle dell’animale d’appartenenza. Gli occhi sono color miele, la pelle olivastra e con le rughe che iniziano a segnargli il viso. Non supera i centottanta centimetri di altezza, ma la massa corporea è presente ed è resistente e forte. È un tipo tosto, burbero, ma gestisce con dedizione e passione una delle più grandi taverne di Ordcocro.
  • Capo delle guardie: Akar Malo grido – Razza Orco. Il capo delle guardie di Axetarg è un’orco natio della regione stessa, proveniente da un clan delle montagne. La sua pelle è color grigio scuro, con un corpo massiccio e la sua altezza non supera i due metri e mezzo d’altezza. Ha gli occhi color rosso cremisi, completamente pelato e con vari tatuaggi e piercing sparsi sul corpo e volto. Abile combattente e fabbro, fedele alla città e gestisce le guardie del posto. Ha un figlio, anch’esso lavora presso le guardie della capitale. Combatte con ascia e scudo.
  • Taverniere del Varm Katt: Irina Sventler – razza Umana. Una donna matura, non si sa quanti anni ha realmente, ma ne dimostra circa trentacinque. Ha una lunga chioma di capelli biondi che spesso tiene legati in due trecce, corpo formoso, una donna in carne e che ha coraggio da vendere. Ha due occhi color ghiaccio e sul volto ha una cicatrice che le sfigura la guancia destra, come un taglio. Gestisce la taverna e bordello, circondata di guardie del corpo per difendere le sue prostitute e prostituti. È docile come donna, ma molto furba e sa ben gestire i suoi affari.
  • Capo villaggio di Ordcocro: Rufus Olsen – razza Gandrak lupo grigio. Un uomo anziano, dalla corporatura ben allenata ed alto circa 190 cm. Ha una capigliatura lunga e grigia, una barba corta del medesimo colore della capigliatura, gli occhi color del miele. Ha coda, zanne ed orecchie come quelle di un lupo, con qualche accenno di pelliccia sui dorsi delle mani, schiena e caviglie. Carattere mite, un uomo saggio e che tiene le redini e l’equilibrio della città, anche se alla fine quest’ultima viene governata da tutti i capi clan delle lande di Axetarg.
  • Sacerdotessa della divinità della natura (Donea): Marilù Larsen – razza Umana. Donna sulla quarantina d’anni, legata fin da giovane alla vita sacerdotale, seguace della dea della natura. Ha dei capelli lunghi e fluenti color biondo, occhi color ghiaccio ed una pelle chiara come la neve. Il corpo è formoso e morbido, vestito spesso di abiti che ricordano i colori del bosco e la natura stessa. Tra i capelli porta sempre una corona di fiori perennemente freschi e che pare non appassiscano mai. Vive nella capanna eretta anche come piccolo tempio della dea. Ha un carattere docile, dolce, quasi materno.
  • Sacerdote della divinità del gelo e vento (Nosrim): Amlach della tempesta – razza Elfo. Un elfo dall’aspetto giovanile, con lunghi capelli color del grano e gli occhi verdi. Il suo corpo è coperto da tatuaggi runici, tipici delle lande di Axetarg e che raffigurano anche simbologie legate alla divinità che venera e segue fin dall’infanzia. E’ alto quasi 195 centimetri ed ha le orecchie appunta, tipiche degli elfi, anche se il destro è tagliato a metà, forse da un colpo di spada. Il suo carattere è duro, freddo, severo ed alle volte risulta parecchio testardo e difficilmente si fa convincere a cambiare idea.
  • Sacerdote della divinità della forza (Limidar): Beleg Schmidt – razza Gandrak orso nero. Sacerdote del duo della forza, un uomo alto quasi due metri e mezzo, sopra la norma dei normali Gandrak, con un corpo scolpito e segnato da molteplici cicatrici di guerra. La sua pelle è leggermente brunita, con tatuaggi che ricoprono i suoi pettorali, braccia e mani. Ha una folta barba nera, capelli tagliati corti del medesimo colore. Gli occhi sono color ambra, mentre come segni particolari della sua stirpe ha un paio di orecchie nere tondeggianti da orso, codina corta, artigli e zanne. Ha un carattere forte e burbero, ma è molto protettivo e combattivo per difendere il suo popolo e di suoi principi.
  • Grande allevatore di bestie e produttore di vino di Axetarg: Hector Becker – razza Naga. Anche se è strano vedere un rettile nelle lande fredde di Axetarg, eppure uno dei più conosciuti è Hector, grande allevatore e produttore del famoso vino di queste lande, esportato in tutto il continente. L’uomo è alto circa 170 centimetri ed ha un muso simile a quello di un varano, con una piccola crestina ossea che lo attraversa sul centro della testa e scende giù sulla schiena.E’ bipede, La sua pelle è scagliosa e color marrone chiaro, con la parte frontale tendente all’ocra. I suoi occhi sono rossi ed hanno le pupille fini e verticali. Caratterialmente è un tipo che sta sulle sue, parla il giusto indispensabile e da l’impressione di essere anaffettivo.

– Axetarg in Rionhet –

  • Ambasciatore: Alex Meyer – razza Umano. Uomo sulla cinquantina d’anni, con una cicatrice che gli passa sull’occhio destro , ormai cieco da quest’ultimo. Ha gli occhi azzurri ed i capelli castani brizzolati. Il corpo è snello e slanciato, alto un metro e ottanta, con tatuaggi e piercing tipici del suo regno Axetarghiano. È un uomo sicuro di sé, saggio e calmo.
  • Capo arena e cacciatore di taglie: Draka Shak – razza Orchessa. Una femmina d’orco dalla pelle grigia scuro, con occhi dalle sclera nere e le iridi color ambra. I suoi capelli sono ispidi e neri, con parte di essi rastizzati e decorati di ninnoli metallici. Ha un corpo massiccio, alto circa due metri e dieci, con vari piercing alle orecchie ed uno al centro del naso. È scontrosa, razzista, carattere fumino e spietata quando si tratta di cacciare le prede/persone, oppure combattere in arena. Gestisce quest’ultima e da diversi anni è stata anche investita del ruolo di cacciatrice di taglie data la sua abile capacità a cacciare.
  • Capo delle guardie: Dennis Meyer – razza Umano. Fratello dell’ambasciatore, lui è il capo delle guardie della parte di Riohnet dedicata ad Axetarg, ma gestisce anche -a distanza insieme al collega che è nella capitale delle lande) la via imperiale che collega questa città ad Ordcocro. Quest’uomo ha circa quarantacinque anni d’età, fratello minore dell’ambasciatore. Alto circa un metro e ottantacinque centimetri, lunghi capelli castani e rasati sui lati della testa, con una barbetta incolta a decorarne il viso squadrato. Gli occhi sono azzurri ed il corpo allenato e tirato. Combatte con accetta ad una mano e scudo tondo. Ha un carattere burbero e sfacciato, ma sa ben tenere in riga i suoi sottoposti ed è un abile stratega.
  • Taverniere: Norah Nowak – razza Gandrak lepre. Donna formosa e sulla trentina d’anni di età, alta circa un metro e sessantacinque centimetri, con una capigliatura fluente e lunga color castano chiaro. Occhi color nocciola e denti leggermente più pronunciati del normale. Ha un paio di orecchie lunghe da lepre ed una piccola coda a batuffolo. Carattere socievole e tranquillo. Per evitare problemi nella taverna, ha una serie di guardie del corpo che a turno vegliano sul locale.

– Mumya –

  • Sultano: Jahad Al-Sahib – razza Umano. Un uomo maturo, dimostra sui quarantacinque anni. Ha un corpo asciutto e slanciato, alto circa un metro e settantacinque centimetri e dalla pelle abbronzata. Ha due occhi neri, proprio come la barba ed i capelli. Veste di abiti sfarzosi ed il suo carattere è altezzoso e testardo. Regna come sultano da diversi anni ed ha un harem con all’interno le sue mogli di molte razze e da queste ha avuto molti figli, tra cui alcune chimere.
  • Gran Visir: Farhan Hud – razza Naga. Un maschio naga di tipo serpente a sonagli. Dimostra una trentina d’anni, il busto ha la pelle color caffè e latte, slanciato, mentre la coda ha sfumature che vanno dal grigio tortora al marrone scuro. Ha dei capelli lunghi fino alle spalle e lisci color nero, mentre gli occhi sono gialli con le pupille nere a fessura. Il carattere è calmo, medita molto sulle scelte da fare, raramente si arrabbia e cerca sempre la soluzione più giusta da proporre al suo sultano.
  • Gran Meker: Sabeer Sa’d El Din – razza Umano. Uomo sulla cinquantina d’anni, dal corpo allenato e segnato da cicatrici di guerra. Ha una benda sull’occhio sinistro per celare la cavità oculare vuota, dato che ha perduto un occhio in guerra. Ha i capelli neri brizzolati, l’occhio rimanente marrone, la pelle di colore scuro ed è alto quasi un metro e novanta centimetri. È severo e duro, non ride quasi mai e difficilmente cerca di scendere a compromessi.
  • Gran Hasah: Dali Ata Allah – razza Prescelto. Un uomo che dimostra sui quarant’anni, dalla pelle azzurra chiaro e due gemme blu incastonate sulla fronte. Gli occhi sono completamente bianchi ed i capelli sono colore nero tenuti molto corti. E’ alto circa un metro e ottanta, corpo asciutto e ben delineato. Ha dei tatuaggi bianchi sulle mani e braccia, segni che richiamano i simboli delle divinità e spiriti della Fede di Mumya. E’ una persona saggia, parla solo se ce n’è bisogno e spesso si chiude in lunghi momenti di meditazione nel palazzo in cui vive.
  • Madre del dio: Jasmine Jaabar – razza Prescelto. Una donna dalla pelle color azzurro, con una pietra incastonata in mezzo alla fronte e con gli occhi completamente bianchi. Ha una cascata di capelli fluenti color argento e spesso li decora di ninnoli e gioielli cerimoniali. Il corpo è snello e slanciato, alta non oltre il metro e settanta e dimostra circa venticinque anni d’età. Anche lei, come il Gran Hasah, ha un carattere tranquillo, spesso taciturno e parla solo lo stretto indispensabile. È saggia anche se giovane d’età.
  • Capo delle guardie: Imad El Din – razza Chimera (mezzo Umano e mezzo Elfo). Uomo alto due metri, con un corpo fine ma allenato. I suoi capelli sono lunghi e biondi, con delle orecchie leggermente a punta e gli occhi color verde. La pelle è color caffè e latte, con qualche cicatrice sparsa sul corpo dovuto agli scontri e le guerre. Combatte con spada e scuro. Il suo carattere è orgoglioso, coraggioso ed è fedele al suo Sultano.
  • Taverniere: Dalia Badra – razza Gandrak gatto sphynx. Una donna di trent’anni, attraente, snella e con il corpo interamente tatuato con l’hennè da segni e disegni tipici di Mumya. È affascinante e sensuale, persuasiva al punto giusto. Gestisce la taverna e bordello della capitale. Ha orecchie, vibrisse, coda e artigli come quelli di un gatto nudo.
  • Gran mercante di Mumya: Malicia Monzorrabr – razza Drow. Una donna sulla quarantina d’anni, con pelle nera dai riflessi bluastri. Ha dei lunghi capelli bianchi e gli occhi color ametista. Un corpo morbido e formoso, spesso vestito in maniera pomposa, ma succinto. È avara, calcolatrice e non è molto propensa ai legami sentimentali.

– Mumya in Rionhet –

  • Ambasciatore: Sebastian Lorren – razza Corrotto. Un uomo elegante, molto affascinante, dalla corporatura esile. Ha avuto la fortuna di non avere delle mutazioni evidenti ed in vista. Si spaccia per umano, veste sempre in maniera lussuosa e parla con un linguaggio molto forbito. È alto un metro e sessanta centimetri, snello e slanciato, con una chioma di capelli lisci corti alle spalle color pece, mentre gli occhi sono di un rosso acceso. È pacato, riflessivo e calcolatore.
  • Capo delle guardie: Karima Hatim – razza Umana. Una donna combattente dalla corporatura snella ma scattante. Ha una pelle abbronzata e decorata di tatuaggi sulla schiena e braccia, mentre il volto ha una piccola cicatrice a deturparle la curva del setto nasale. Ha una folta chioma di capelli mossi color rosso e gli occhi sono verdi. Ha un carattere severo e rispetta ogni ordine che le viene impartito dall’ambasciatore e dal sultano stesso. Non dimostra più di trent’anni.
  • Taverniere: Rialdon Tailwhip – razza Corrotto. Un corrotto dalla pelle violacea, con due corna -decorate di ninnoli preziosi- arrotolate stile ariete che spuntano tra i capelli neri. Ha una lunga coda col finale a punta di lancia, due occhi completamente rossi e privi di sclera e pupilla. Ha un carattere viscido, persuasivo e donnaiolo per eccellenza. E’ il proprietario della taverna, nonché grande bordello del quartiere Mumyano. La particolarità è il suo abbigliamento variopinto e un grosso tatuaggio di un pavone che lo percorre su tutto il braccio destro e Sali fino alla mascella.
  • Proprietario delle terme: Malik mezza tacca– razza Orco. Un maschio d’orco dalla pelle verdognola scura, colpito sin dalla nascita dalla deformità di essere basso e gracilino, con un naso sproporzionato sul volto e delle orecchie frastagliate ed appuntite più lunghe del normale orco. Ha fatto carriera nelle terme del quartiere Mumyano, arricchendosi grazie a questo piccolo regno di pace e relax. Veste di abiti sfarzosi tipici della capitale di Mumya, con anelli ed orecchini d’oro a decorarne le sue mani tozze e orecchie grandi. Ha un carattere viscido, calcolatore, ma è anche facilmente irritabile.
  • Gestore Giardino pensile: Yakootah – razza Chimera (mezza Umana e mezza Acquatica). Un’incantevole donna dalla pelle color della perla, con lunghi capelli color nero dai riflessi blu e due occhi azzurri come il cielo più limpido. Viene chiamata anche “la fanciulla incantata” tanto è bella. È alta un metro e sessantacinque centimetri, con un corpo morbido e delicato. Dimostra sulla ventina d’anni ed è da poco tempo che è entrata a gestire il giardino pensile del quartiere. Ha un carattere dolce ed è amichevole sin da subito con tutti. È emotiva e se qualcuno è in difficoltà cerca di prestare soccorso in ogni modo.

– Thyria –

  • Re: Percival Dinadan Taylor III – razza Umano. Un re maturo che non supera i quarantacinque anni di età, con una chioma fluente, corta e bionda scura, come per il pizzetto che ha sempre ben curato sul suo viso roseo. Gli occhi sono marroni e la il volto squadrato, non supera il metro e ottantacinque di altezza ed il corpo è leggermente piazzato. Un uomo orgoglioso, fiero e scuro di sé. Ha un figlio ed una figlia e la moglie, la sua regina.
  • Regina: Victoria Widville – razza Umana. Una donna pacata e saggia anche se giovane. Non dimostra più di quarant’anni. Sposata da giovane con il re Percival, in questi anni di matrimonio ha dato alla luce due figli, il maggiore è maschio e la più giovane la femmina. Ha una corporatura snella, pelle rosea chiara, occhi verdi ed i capelli castani e lunghi. Non supera il metro e sessantacinque di altezza.
  • Principe: Anselm Dinadan Taylor – razza Umano. Ragazzo giovane, alto circa un metro e settantacinque, con capelli castani ed occhi verdi, un leggero accenno di barba sul viso. È abile con la spada e tiro con l’arco, si addestra ogni giorno per poter diventare un buon successore al trono e temuto cavaliere di Thyria. Carattere fiero e sprezzante, adora arrivare al limite dell’estremo per provare una forte adrenalina.
  • Principessa: Charlotte Patricia Taylor – razza Umana. Una ragazzina ancora piccola per essere chiamata donna. Ha lunghi capelli biondi cenere ed occhi castani, esile nella corporatura e la pelle rosea come quella della madre. È una ragazzina avventurosa e spesso cerca di seguire gli addestramenti del fratello, perché li ritiene più divertenti rispetto alle lezioni per diventare una brava damina di corte. Carattere solare, allegro ed ingenuo.
  • Consigliere Economia: Hildebrand Blackwood – razza Chimera (mezzo Elfo e mezzo Acquatico). Uomo sulla cinquantina d’anni, già serviva il precedente Re , padre di quello attuale, come consigliere dell’economia. È alto circa un metro e novanta, corpo slanciato e la sua pelle è pallida tendente all’azzurrino. Gli occhi sono completamente neri, è calvo ed ha le orecchie appunta. Carattere ansioso, ma dedito al lavoro e fedele al suo re.
  • Consigliere Difesa: Nokk Frosteyes – razza Orco. Un orco maschio, alto due metri e mezzo e dalla forte prestanza fisica. È un abile combattente e da anni segue la parte bellica del regno. Vive e lavora nel fortino sul confine di Thyria, ma si sposta per riunioni con il re o altre faccende importanti nella capitale del regno. Ha la pelle arancione chiaro, occhi azzurri e lunghi capelli neri legati in due trecce lungo le spalle. Ha delle grosse zanne che gli spuntano dalla bocca e sono spesso decorate da anelli. Ha un carattere mite, anche se con lui è meglio non scherzare troppo, altrimenti si rischia di prendere un bel pugno sul viso.
  • Consigliere Popolare: Bella Norvirood – razza Gandrak tipo Topo. Una donna che non supera i trent’anni d’età, giovane nel lavoro di consigliera. È una Gandrak minuta grazie alle sue doti animalesche, infatti non supera il metro e mezzo di altezza, un corpo minuto e gracilino. Ha lunghi capelli bianchi e delle grandi orecchie rotonde del medesimo colore. La coda è rosa e lunga, mentre le mani sono piccole ed i denti incisivi sono leggermente più grandi del normale. Ha gli occhi rossi e la pelle pallida. È una ragazza timida, ma colta e ben educata.
  • Consigliere Giuridico: Harris Orofarne – razza Elfo. Un uomo affascinante, dai capelli biondi come il grano e lisci come la seta, occhi color verde smeraldo e la pelle rosea perfetta. È alto quasi due metri, con un corpo slanciato. Dimostra trent’anni, anche se nella sua razza sono più longevi ed ha molti più anni. Severo, calcolatore, inamovibile nelle sue scelte. Pondera bene le sue decisioni,ma difficilmente cambia idea su quello che ha deciso di fare o dire.
  • Capo delle guardie: Victor Raar – razza Umano. Un ragazzo alto un metro e ottanta centimetri, con un corpo allenato e forgiato per la guerra. Ha i capelli corti e biondi, occhi castani e qualche cicatrice che ne segna le sue esperienze belliche. È capo delle guardie di Dancalin da pochi anni, ma ha sempre dimostrato grande valore e dedizione per questo impiego. Ha un carattere tipico da paladino.
  • Taverniere: Amon Vingua – razza Chimera (mezzo Umano e mezzo Elfo). Un uomo che dimostra cinquant’anni d’età, con una barba folta grigia e capelli corti ricci grigiastri. Ha delle orecchie leggermente appuntite, un corpo snello e volto tagliente nei lineamenti. È alto circa un metro e ottanta centimetri, leggermente sovrappeso e con un occhio verde ed uno marrone. È socievole, burlone e gli piace la musica e cantare.

– Thyria in Rionhet –

  • Ambasciatore: Fearghal Ursine – razza Umana. Donna che dimostra sui trentacinque anni d’età, capelli neri con qualche accenno di capello bianco e tagliati corti fino alle spalle. Una guerriera alta un metro e novanta con due grandi occhi grigi. È ambasciatrice a Riohnet da diversi anni e tutti -o quasi- la conoscono. Ha un braccio di metallo, il volto per metà sfigurato e molteplici cicatrici sul corpo slanciato e formoso. Abile combattente, carattere freddo e calcolatore. Sembra quasi anaffettiva.
  • Capo della Giostra: Martin Berak – razza Elfo . Un elfo dai capelli color rame e gli occhi azzurri, una rarità da trovare in giro per il continente. Affascinante e dall’aspetto maturo. Gestisce da decenni la giostra del quartiere di Thyria nella capitare di Riohnet. Sfiora il metro e novanta d’altezza, snello ed abile con arco e frecce, ma anche un bravo combattente a cavallo. Carattere tranquillo, anche se con poco si innervosisce.
  • Capo delle guardie: Blue Lama bianca – razza Acquatico bipede. Un’insolita creatura dei mari vive nella capitale di Riohnet, vestito del grado di capo delle guardie della sezione di Thyria. Abile con la lancia e la doppia spada. È un essere alto circa un metro e settanta, con pelle bianca sulla parte frontale ed azzurra/grigia sulla dorsale. Ha orecchie frastagliate e delle branchie sul collo. Gli occhi solo completamente neri e grandi. Non ha capelli ma una cresta fatta di membrana color rosso. Non è un grande parlatore, esegue gli ordini e mantiene l’ordine in città. È severo con i suoi sottoposti.
  • Vice – Taverniere: Tanja Quinn – razza Umana. Una donna sulla cinquantina, con capelli grigi e lunghi sempre legati in due trecce che le ricadono sulle spalle e due occhi color azzurro. Una donnona formosa, burrosa ed alta quasi un metro e ottanta. Gestisce la taverna insieme a Thane, un tempo lo faceva anche con suo marito ma questo è deceduto qualche anno fa. Ha due figli che lavorano nelle cucine del locale. È socievole, simpatica, ma non le dovete mettere i piedi in testa altrimenti potrebbe diventare una belva.

– Oshuu –

  • Imperatrice e Prima sacerdotessa dell’impero (Takai): Honami Ise Watanabe – razza Acquatico tipo Carpa Koi. Giovane imperatrice da poco tempo sul trono, ma già in grado di dimostrare coraggio e saggezza. È amata dal popolo della capitale, poco apprezzata da alcune piccole tribù selvagge che vivono nelle foreste. Ha un carattere mite e tranquillo, spesso dicono sia molto disponibile e cortese, dando l’idea possa essere facile preda di detronizzazioni e complotti verso la sua persona. Ha pelle completamente bianca, macchiata di sporadiche macule rosse e nere, con incantevoli e lunghi capelli lisci colore della notte. I suoi occhi argentati sembrano riflettere le profondità dei fiumi del regno. Ha una corporatura longilinea e non vanta una grande statura, mentre le orecchie sono ampie e frastagliate, con le branchie che sono poste dietro di esse.
  • Primo Macuahuitl: Ruma Wang – razza Chimera (mezzo Acquatico, mezzo Elfo). Una donna che dimostra di essere matura, con qualche accenno di ruga che le disegna i tratti del viso severo e glaciale. Sembra che abbia preso la longevità degli elfi, per questo ha molti più anni di quelli che dimostra. Ha i capelli biondi come il grano e lunghi fino alle scapole, due occhi grandi completamente color blu notte e la pelle ha qualche chiazza colorata di azzurro, come delle voglie che le coprono il corpo. È alta quasi due metri ed ha un corpo molto fine. È fredda, calcolatrice ed anaffettiva. Fedele alla sua imperatrice.
  • Alto tesoriere: Yingfu Gru’wu – razza Gandrak tipo lemure. Una piccola creatura che non supera il metro e sessanta di altezza, con un corpo snello e fine ricoperto di una pelliccia grigiastra e più bianca sulla parte frontale. Ha due occhi color miele, grandi, con le sclera nere, mentre le orecchie sono ampie come quelle dell’animale d’appartenenza. Ha una lunga coda folta di pelliccia, color bianco e nero anellare. È molto giovane, da poco eletta come tesoriere nell’impero, ma già ha dimostrato di essere affidabile e precisa. È molto socievole, allegra e certe volte sembra che non guardi mai in negativo, bensì trova sempre la nota positiva in ogni situazione.
  • Alto giudice: Zendoya Gaerandir – razza Elfo. Una dei pochi elfi anziani in circolazione, almeno ad Oshuu, infatti viene rispettata anche per la sua veneranda età. I segni del tempo sono meno evidenti rispetto a quelli di un comune umano, ma si vede già qualche ruga che ne solca il suo viso e la sua pelle. Ha una lunga chioma di capelli neri che tiene legati in acconciature splendide, ornamentate di fiori e ninnoli metallici. Il trucco in volto è pesante e tipico delle usanze della capitale, con uno strato di cerone bianco, piccole labbra rosse e gli occhi esaltati da un ombretto rosato. Indossa sempre abiti dai colori vividi e sgargianti. Ha un carattere forte e duro, non si lascia impietosire da nulla e nessuno. Viene chiamata anche “maglio di ferro” tant’è tosto il suo carattere.
  • Alto geniere: Calime Wong – razza Naga Boa albino. Una donna matura, dal corpo mezzo umano e mezzo rettile. Ha una coda lunga e spessa dai colori che tendono al giallo e sfumano al bianco, mentre la pelle della parte umanoide è bianca come il latte, con il braccio sinistro tatuato con fiori di ciliegio ed alcuni simboli del loro popolo che raffigurano il coraggio, la forza e la fedeltà. Ha i capelli corti color bianco tendente al giallino, due occhi piccoli a mandorla rossi ed una bocca dalle labbra quasi assenti. È da diversi anni che serve l’impero ed ha apportato dei buoni lavori ed ottimi risultati per migliorare la vita nella capitale e limitrofa ad essa. Ha un carattere tranquillo, ma è meglio non farla innervosire .
  • Alto guaritore: Clarissia Shu – razza Drow. Una drow veneranda, molto abile nella sua mansione. Nonostante l’età ha mantenuto un aspetto fresco e decisamente giovanile, risultando una delle donne più fascinose dell’Impero. Ha pelle nera con riflessi dorati, un corpo esile e poco coperto, con lunghi capelli argenei che le sfiorano i polpacci e che tiene sempre ben acconciati. Ha occhi a mandorla, di un profondo rosso sangue. È taciturna, non apprezza la confusione e la maleducazione. Una donna educata e molto legata alle tradizioni. Meglio non farsela nemica, è particolarmente abile nell’uso dei veleni.
  • Alto ambasciatore : Gaerys Yikimi – razza Naga bipede. Nonostante il capo dalle fattezze rettili e l’aspetto “pericoloso” della sua dentatura, vanta un carisma non indifferente. I suoi connotati ricordano quelli di un varano, così come i colori bruni. Ha un fisico formoso ed elegante, ama vestire ricercato e ornarsi il capo con perle e conchiglie. Sa essere molto eloquente e maliarda, pur conservando una innata professionalità, quando si tratta del proprio mestiere. I suoi occhi verde smeraldo dicono siano in grado di ipnotizzare anche il più riluttante degli uomini… E delle donne. Ma in fondo, sono solo voci.
  • Alto Maestro : Miguo Panping – razza Corrotto. Una donna da anni al servizio dell’impero come Alto maestro. Dimostra sui trent’anni d’età, alta circa un metro e sessantacinque e con un corpo esile e di bassa statura. Ha pelle olivastra e fitti capelli neri che taglia sempre alla moda dell’entroterra oshuuano. Occhi neri scrutano tutto con sospetto. Ha un terzo braccio che le spunta dalla spalla destra e una coda di leone. Ha un carattere reso forte a causa della sua origine corrotta, spesso si arrabbia se non vengono eseguiti anche i più semplici ordini, riesce a tenere in riga la maggior parte delle persone che incontra.
  • Seconda Sacerdotessa dell’Impero, detta Kamana: Platy Carassius – razza Naga bipede. La donna dal volto simile ad un drago, con scaglie color rosso e tendente all’ocra che ricordano l’oro. Viene detta anche “la draghessa” per il suo aspetto. È alta non oltre il metro e ottanta, con la pelle squamosa e la parte frontale tendente al giallo pallido. Ha un occhio interamente bianco e cieco, mentre l’altro color rosso fuoco. Dai lati delle narici sbucano due lunghi barbigli gialli, mentre in testa presenta due corna frastagliate e corte simili a quelle dei cervi. Ha delle zanne affilate e lunghe, mentre gli artigli limati e di colore nero. Ha un carattere mite, calmo, un essere molto saggio e non si sa in effetti quanti anni ha, ma c’è chi dice abbia superato i cinquant’anni di servizio nell’impero.
  • Alta Sacerdotessa dell’Impero, detta Maneja: Mahi Shaote – razza Chimera (mezzo Umano, mezzo Acquatico). Una donna matura che non dimostra più di cinquant’anni d’età, dall’aspetto simile a quello di un umano, se non fosse che ha una pelle pallida, orecchie frastagliate e due occhi completamente neri. I capelli sono lunghi e color biondo cenere, mossi, mentre il corpo è morbido e sinuoso. È taciturna, spesso inespressiva, con un carattere calmo ed alle volte apatico. Ha preso questo ruolo dopo anni di servizio come sacerdotessa nei templi dell’impero.

– Oshuu in Rionhet –

  • Ambasciatore: Doka Baktai’la – razza Naga strisciante. La parte superiore del suo corpo ha pelle olivastra e risulta longilinea, mentre il suo volto appare piuttosto androgino. Ha capelli castani, leggermente mossi e lunghi. Gli occhi sono gialli, con sclera nera e pupilla fine. La parte inferiore si snoda in una lunga coda verde brillante, dalle squame a cuspide. Dal carattere ambiguo e ingannatore, ma ben istruita al suo ruolo di ambasciatrice dell’impero di Oshuu e molto attenta alle formalità.
  • Giardiniere Giardino Zen: Doxiu Kahna – razza Chimera (mezzo Gandrak gatto, mezzo Umano) un ragazzo di appena ventidue anni d’età che si occupa del giardino zen di Riohnet. Una mansione che può fare anche un uomo, come lui, dove si occupa della cura e pulizia del luogo. È molto pignolo, vive per la maggior parte nel tempo in questo angolo di paradiso, prendendosi cura di flora e fauna con tanta cura ed amore. È alto un metro e settanta, con due orecchie pelose nere che gli spuntano tra i capelli neri. Ha i canini pronunciati e piccoli artigli dalle mani. Ha una stazza del corpo più somigliante a quella umana, infatti è in carne e tozzo, goffo in alcuni movimenti e per nulla agile come dovrebbe essere un gatto.
  • Capo delle guardie: Lyana Wintimer – razza Corrotto. Donna giovane ed atletica, molto abile nell’arte del combattimento ed appassionata di duelli in groppa al suo destriero. È alta un metro e ottanta, con un corpo tonico ed asciutto. La sua pelle è color grigio tendente al rossiccio, occhi completamente rossi e le corna ricurve ai lati della testa color nere. Ha i capelli viola scuro con le punte nere, le sue mani presentano quattro dita invece che cinque, nata proprio con questo difetto. Carattere coraggioso, ma anche con un gran senso dell’umorismo. Sembra una burlona, ma nel suo lavoro sa ben gestire le situazioni e tenere a bada la gente nelle vie della sezione Oshuu in Riohnet.
  • Taverniere: Lam-ki – razza Gandrak asino. Una donna che non ha oltre i trent’anni, proprietaria della taverna, ereditata da suo padre. È tozza e formosa, burrosa nelle curve e come tratti animali ha un bel paio di orecchie lunghe che le spuntano tra i capelli castani e ricci, due occhi marroni con le pupille orizzontali tipici degli equini, una coda e le gambe finiscono come zampe da equino muniti di zoccoli. È simpatica, socievole e fa anche da buttafuori del proprio locale data la sua forza bruta.
  • Proprietario Oppieria: Goro Paiyao – razza Naga Marina de Blecher. Un anziano Naga che è proprietario da molti anni della grande Oppieria della zona. Tutti lo conoscono come il “vecchio sibilo” perché parla a bassa voce e con estrema calma. Forse gli anni di uso continuo di oppio non ha giovato al suo cervello. Ha una lunga coda bianca e nera anellata, scagliosa, mentre il corpo umanoide è magro e rugoso dal colore pallido. Ha due lunghi baffi bianchi che calano da sopra gli angoli della bocca, mentre gli occhi sono gialli e dalle pupille fini e verticali. I capelli bianchi e radi sono legati in un codino basso dietro la nuca. Ha una leggera gobba sulla schiena.